24 ottobre 2010

Smell in Black

Non è casuale la scelta del weekend di Halloween, capodanno celtico, per Smell in Black, appuntamento autunnale di Smell Festival, rassegna internazionale dell'olfatto che si tiene oramai da qualche anno a Bologna. Da giovedì 28 a domenica 31 ottobre, al Museo internazionale della Musica.

Il programma è ricco di eventi carichi di fascino e mistero proprio come il nero colore della notte celebrato in tutte le sue sfumature e accezioni. Trovate il programma dettagliato e tutte le informazioni qui. Io ci sarò domenica, chi viene?


Halloween weekend, the celtic new year's beginning is not a choice by chance cor Smell in Black, the fall event of Smell Festival, international olfactory exibition held in Bologna since few years. From thursday October 28th to sunday 31st, at Museo internazionale della Musica.

The program is full of charming and mysterious events, just like the black colour of the night celebrated in all its facets and meanings. You can find the detailed program here. I'll be there on sunday, who wants to join?

16 ottobre 2010

Nobiltà in tazza

"Era in possesso di ben altre cose e poteri, non solo gli idoli ed i giocattoli indiani, ma tutti gli oggetti intagliati, dipinti, consacrati con l'incantesimo, le coppe di noce di cocco e la cassa di legno di sandalo, la sala e la bibblioteca. Era anche un mago, un sapiete e un saggio" H. Hesse - L'infanzia del Mago


foto tratta da qui
Un'elegante figura maschile, sfilati i guanti in pelle apre una  cassa di legno di sandalo seccata al sole e al vento per mesi, colma di spezie e caffè, dischiudendo i suoi aromi. Questo è quello che richiama subito alla mente Santal Noble di Maître Parfumeur et Gantier. Un'immagine austera e preziosa, l'eleganza neovittoriana di un'abito doppiopetto, un lusso fatto di dettagli da indossare non per piacere altrui ma per se stessi: forse è quello che Jean-François Laporte aveva in mente nel comporlo ed è per questo che la sua ricca fragranza persiste per ore ma con diffusione minima circondando chi la indossa con discrezione.

Nobleness in a cup

"He got more and more things and powers, not only indian idols and games but all the carved, painted and bewitched objects, the cups made with coconuts and the sandalwood case, the livingroom and the library. He was also a magician, a knowledged and a wise man" H. Hesse - The magician's childhood


pic taken from here

An elegant figure of a man slips off his leather gloves and opens a sunburst and windswept since months sandalwood case full of spices and coffee, disclosing so the aroma inside.
This is what Maître Parfumeur et Gantier's Santal Noble conjiures up immediately in mind. An austere and valuable image, the neovictorian elegance of a woolen double-breasted suit,  a luxury made of details to be worn for pleasing themselves and not for pleasing the others: maybe that's what Jean-François Laporte had in mind while concocting this juice and that's why this rich fragrance lasts for hours with minimal sillage surrounding you in a discrete way.

03 ottobre 2010

Almost Blue

Chet Baker
foto tratta da qui
"Almost me,
almost you,
almost blue"

"Quasi io,
quasi tu,
quasi blu"

Finalmente dopo settimane che cercavo di sentirlo dato il fitto tam tam mediatico del web sul disastro annunciato, noto ieri che Bleu de Chanel è approdato sugli scaffali delle profumerie con la sua stilosa confezione bleu foncé come direbbe Madamoiselle e accompagnato da tanto di linea bagno. C'erano anche altre nuove uscite che volevo curiosare tra gli scaffali, ma mi sono diretto senza incertezze verso Bleu per poterlo sentire a naso pulito. Sopravvissuto oramai alle varie riedizioni di Allure Sport, spruzzo deciso su pelle certo che dopo tutto stiamo parlando di Chanel, di Jacques Polges. La faccio breve e vi risparmio i commenti, del resto tanto è stato detto e confermo, è tutto vero. Solo una domanda mi sorge: siete pronti alla riedizione Sport?

La mia sete di blu non è placata però a questo punto e ho bisogno di sentire qualcosa di veramente blu e profondo. Datemi del blu!Ecco che l'occhio mi cade su L'Heure Bleue un classico creato da Jacques Guerlain nel 1912, un profumo impressionista idealmente figlio di Après l'Ondé (1906) di cui riecheggiano anice ed eliotropio e de L'Origan (1905) di François Coty di cui riprende l'allure speziata orientale. Prendo l'eau de parfum vintage e spruzzo il liquido ambrato come un vecchio rum sull'altro polso, ed è subito magia.

Almost Blue

Chet Baker
pic taken from here

"Almost me,
almost you,
almost blue"

Finally after weeks hunting for it after reading all the buzz on the web about the announced disaster, I noticed there was Bleu de Chanel together with its ancillars camping on the shelves of perfume shops with its stylish bleu foncé box as would have said Madamoiselle. There were other new launches that I was looking forward to smell but I dashed myself towards Bleu so to smell it with the nose clean. Having survived to the various renditions of Allure Sport, I spray directly on skin confident that after all we're talking about Chanel, about Jacques Polges. Sopravvissuto oramai alle varie riedizioni di Allure Sport, spruzzo deciso su pelle certo che dopo tutto stiamo parlando di Chanel, di Jacques Polges. To make it short I'll save you from the comments, after all many things have been said and I agree, it's all true. Just a question comes to my mind: are you ready for the Sport version?

At this point anyway my craving for blue is not yet satisfied and I need to smell something really blue and deep. Give me some blue! Here L'Heure Bleue gets my attention, a classic created by Jacques Guerlain in 1912, an impressionist perfume that's conceptually son of Après l'Ondé (1906) from which takes anise and heliotrope, and of François Coty's L'Origan (1905) with which shares the spicy oriental allure. So I grab the vintage eau de parfum and spray the ambery juice like an old rhum on my wristle, and in a while it's magic.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...