28 giugno 2012

Smell 2012: Michel Roudnitska
all'essenza delle essenze

Prima di questa edizione di Smell la mia conoscenza di Michel Roudnitska era del tutto virtuale. Grazie alla sua grande comunicativa, nell'era dei social network ho potuto apprezzare in diversi anni la sua visione estetica ed il suo amore per la natura. Tramite Frédéric Malle invece avevo potuto apprezzarlo come compositore di fragranze grazie a Noir Epices, un capolavoro inafferrabile, evocativo, potente.
Certo la sua conoscenza è passata anche per quel cognome così importante per un appassionato di fragranze: il padre Edmond, visionario innovatore, contribuì a dettare i canoni della profumeria contemporanea. Tuttavia quando si cresce vicino ad un sole è difficile splendere di luce propria, così ero curiosissimo di approfondire la conoscenza di Michel di persona e di capire qual è stato il suo percorso di vita ed artistico.

Smell 2012: Michel Roudnitska
to the essence of essences

Before this edition of Smell, I knew Michel Roudnitska just virtually. Thanks to his great communication skills, in the social networks era I was anyway able during these years to enjoy his aestetic vision and his love for nature. Thanks to Frédéric Malle I was able to enjoy him as a perfumer through Noir Epices, an ineffable, evocative and powerful masterpiece.
Of course his acquaitance passed also by that surname so eminent for a perfume lover: his father Edmond, visionary innovator, contributed to trace the rules of comtemporary perfumery. Nevertheless when you grow up close to the sun is difficult to shine on your own, so I was really curious to meet Michel in person to understand what has been his life and artistic path.

08 giugno 2012

Smell 2012: il naso nel caffè (1)

Leonardo Lelli
La terza edizione di Smell - Festival Internazionale dell'Olfatto è stata molto coinvolgente e il tema dell'alba ha messo in luce la capacità del team guidato da Francesca Faruolo di trovare sempre stimoli inediti e percorsi inesplorati per sondare il territorio sempre misterioso della cultura olfattiva.
Chissà quante volte avete messo il naso nel caffè, magari per riprendervi dalla fatica olfattiva durante una sniffathona, ma avete mai veramente apprezzato l'aroma di un caffè in tutte le sue sfumature? E' stata semplicemente geniale l'idea di aprire la mattinata di sabato con il workshop "Il naso nel caffè", dopotutto non c'è alba senza un buon caffè. Leonardo e Lisa Lelli, artigiani e torrefattori di caffè gourmet della Torrefazione Caffè Lelli, ci hanno guidato lungo il processo di coltivazione, lavorazione e tostatura con competenza e simpatia e in risposta alla domanda provocatoria di Leonardo "Vi aspettate di bere del caffè?" mi sono divertito ad assaporare sniffandole, diverse varietà di chicchi e a scoprire la mia ignoranza completa riguardo a ciò che sta dietro la tazzina.

07 giugno 2012

Smell 2012: the nose into the coffee (1)

Leonardo Lelli
The third edition of Smell - Festival Internazionale dell'Olfatto has been very involving and the dawn theme has allowed Francesca Faruolo's team to shine for always being able to find unusual stimuli and unexplored paths to sense the mysterious land of olfactory culture.
Just think how many times you stick your nose into the coffee, maybe to cleanse it from olfactory fatigue during a sniffathon but have you ever truly appreciated the coffee aroma in all its facets? It's been pure genius to start saturday morning with a workshop named "The nose into the coffee". After all there's no dawn without a good coffee. Artisans and roasters of gourmet coffee at Torrefazione Caffè Lelli, Leonardo and Lisa Lelli nicely guided us with ability through the process of growing, processing and roasting and to reply at Leonardo's teaser "Do you expect to drink coffee?" I enjoyed sniffing different varieties of coffee-beans discovering how ignorant I am about what's behind the coffee cup.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...