10 febbraio 2015

Blind Sniff Roulette #2: Русские Ночи di Frédéric Malle

Spesso scelgo la seconda fragranza con cui giocare per portare alle vostre narici qualcosa di insolito. Anche stavolta il profumiere è Sophia Grojsman ma siamo in casa Malle e si tratta di una fragranza d'ambiente.
Russian Nights, notti russe nasce come candela profumata ma riscuote subito successo e viene declinata in spray e incensi. La struttura semplice delle profumazioni d'ambiente sembra congeniale al Grojsman-style che qui gioca sul contrasto drammatico fra il gelo ieratico del cashmeran (grigio, musica d'organo, canto gregoriano, Re Magi, Il nome della rosa, Aspettando Godot) ed il calore quasi medicinale di un mix di cannella, chiodo di garofano e noce moscata (biscotti, sciarpa, erboristeria, marrone, rosso). Il fondo è morbido, suadente (pantera, volpe, jazz club) e diffusivo di muschi, legni ambrati e note irisate con la tenacia e la diffusività strepitose che contraddistinguono anche Paris e le sue altre creazioni.

Adjiumi
  • se fosse un colore? Marrone, perché la testa è croccante e quando ho questa immagine in testa, penso al pane tostato, alla superficie di un biscotto ben cotto.
  • se fosse un animale? Sarebbe un animale in pelliccia, uno di quelli che sopporta le basse temperature invernali, in testa un visone dal pelo color ambra, in coda, una volpe argentata.
  • se fosse musica? Sarebbe una musica diffusa da un organo: sento nel cuore forti accenni di incenso.
  • se fosse un luogo? The factory, lo studio di Andy Warhol. Continua questo incontro/scontro tra il marrone di una classica poltrona o divano da ufficio ed il grigio silver di alcuni accessori.
  • se fosse un capo d'abbigliamento? Sarebbe un capo regalato a Natale, quindi, pesante: una sciarpa di lana grossa.
  • se fosse un film/libro? Sarebbe un cult in bianco e nero, Frankenstein Junior di Mel Brooks.
  • se fosse un personaggio (storico, pubblico,...)? I re Magi, i portatori di incenso e mirra, quindi resina aromatica e metallo.
  • Adorazione dei Magi - Gentile da Fabriano (1423)

    Giampaolo
    È stato un colpo di fulmine a farmi invaghire del contenuto della seconda fialetta del Blind Sniff. Ciononostante, ho trovato arduo riuscire a decifrarlo: si tratta di un odore astratto, che mi ha fatto pensare a note speziate (chiodi di garofano?) e ad un forte sentore di mandorla/iris/eliotropio, dal marcato effetto polveroso, aereo. E pensare che, ad una prima, fugace annusata, avrei giurato di riconoscere in questa fragranza proprio quella del mio fiore preferito, il garofano.
  • se fosse un colore? Penso ad una pennellata di colore grigio/lilla con lievi striature rosse.
  • se fosse un animale? Una falena, proprio per le connotazioni crepuscolari, polverose ed aeree di questa fragranza.
  • se fosse musica? La melodia di Opus17 di Dustin O' Halloran, inclusa nella colonna sonora del film Marie Antoinette diretto da Sofia Coppola.
  • se fosse un luogo? Penso ad una passeggiata tra le silenziose rovine di un sito archeologico, appena dopo il tramonto. 
  • se fosse un capo d'abbigliamento? Qualcosa di leggero facile da smarrire, non senza rimpianto, come una sciarpa di seta leggera. 
  • se fosse un film/libro? Sarebbe Marie Antoinette di Sofia Coppola.
  • se fosse un personaggio (storico, pubblico,...)? Godot, dalla pièce teatrale "Aspettando Godot" di S. Beckett.

  • Lorenzo
    Questo ci ha messo (Lorenzo partecipa con la complicità della sua partner Virginia) veramente in difficoltà! L'odore è quello dello speziale, dell'erboristeria del convento.
  • se fosse un colore? Se fosse un colore, sarebbe marrone come una tintura medicinale o il ginseng in pasta.
  • se fosse un animale? Se fosse un animale sarebbe un cervo, forse un castoro, un animale del bosco. Oppure sarebbe un animale imbalsamato sopra la porta di un salone medievale.
  • se fosse musica? Se fosse una musica, potrebbe essere un canto gregoriano.
  • se fosse un luogo? Se fosse un luogo sarebbe un erboristeria antica, la bottega di uno speziale.
  • se fosse un capo d'abbigliamento? Sarebbe un vestito da caccia tirolese.
  • se fosse un film/libro? Sarebbe per forza il nome della rosa.
  • se fosse un personaggio (storico, pubblico,...)? Ildegarda di Bingen: guaritrice, erborista, studiosa e anche mistica.

  • Marina
    La seconda fragranza della Blind Sniff Roulette inebria i sensi con un'affascinante scia speziata che veste la pelle di mistero e elegante sensualità.
  • se fosse un colore? Il Rosso amaranto che affascina e seduce con la sua allure rétro, cupa e misteriosa.
  • se fosse un animale? Una pantera dalle movenze feline, flessuose e sensuali.
  • se fosse musica? La sfumatura swing della musica jazz degli anni '30.
  • se fosse un luogo? I club di quegli anni: musica fluida e luci soffuse, calde e accoglienti.
  • se fosse un capo d'abbigliamento? Un elegante abito da sera in velluto rosso cupo abbinato a lunghi guanti in raso nero e scintillanti bijoux in jais.
  • Abito da sera di Yves Saint Laurent per Dior (1958)
  • se fosse un film/libro? Sarebbe La lettera scarlatta.
  • se fosse un personaggio (storico, pubblico,...)? Sarebbe Gabrielle Chanel che non rinunciava mai a un velo di rossetto rosso per accendere il sorriso.






  • 2 commenti:

    MarinaD ha detto...

    Sei riuscito a disorientarci, ma ce la siamo cavata ugualmente... cosa ne dici? ;)

    Giampaolo Jicky Baldoni ha detto...

    ed io che l' ho indossato su pelle.....:) Ok, quando prenderò un nuovo profumo per ambienti, sarà questo! Grazie!

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...