29 aprile 2016

Esxence 2016: Scent Diary #1

Meno di un mese fa si è chiuso Esxence 2016 registrando ancora più partecipazione internazionale, segno da un lato che oramai la profumeria sta uscendo dalla nicchia ed è sempre più conosciuta ed apprezzata dal grande pubblico. Dall'altro alza un ammonimento sui troppi lanci, sul rimanere fedeli allo spirito vero della profumeria d'autore preferendo idee originali all'andamento del mercato e al soldo facile. Sempre più questo delineerà in confine fra la profumeria indipendente dalla zona d'ombra del vorrei essere commerciale, ma non posso.
Nonostante la crescente presenza di veri (o presunti) marchi mediorientali, l'otto simbolo d'infinito incorona ancora l'Italia patria della creatività senza fine, consacrata anche dal successo all'estero di profumieri italiani come Maria Candida Gentile, Antonio Alessandria, Cristiano Canali, Luca Maffei e Michele Marin. Vediamo allora assieme la prima pagina di Scent Diary tutta tricolore.

Esxence 2016: Scent Diary #1

Less than a month ago we saw at Esxence 2016 more and more international visitors, which on one hand is a proof niche perfumery is less and less niche and a wide public nowadays knows and enjoys it. On the other hand this rises a warning about too many launches, staying true to the original spirit of indie perfumery, pursuing original inspirations more than market trends and easy money. More and more this will draw the line dividing true indie perfumery from the grey area of the I'd love to be commercial, but I can't.
Despite the increasing presence of real (and fake) middle eastern brands, the infinity symbol 8 still crowns Italy as the land of neverending creativity also confirmed by the success overseas of italian perfumers like Maria Candida Gentile, Antonio Alessandria, Cristiano Canali, Luca Maffei and Michele Marin. Let's start so with the first part of the Scent Diary all white, red and green.

5 aprile 2016

Smell Festival 2016: il profumo è Magiae Naturalis

La kermesse milanese del profumo si è appena conclusa e anche quest'anno ho avuto la fortuna di incontrare di persona molti di voi, curiosi di avere commenti a caldo. Per gli appassionati più instancabili, nell'attesa che pubblichi le mie impressioni, condivido con voi in anteprima esclusiva per La Gardenia nell'Occhiello il programma di Smell - Festival dell’olfatto, la rassegna dedicata alla cultura dell’olfatto e all’arte del profumo che si terrà a Bologna dal 18 al 22 maggio 2016.
Magiae Naturalis è il titolo scelto per la VII edizione che con ospiti internazionali, installazioni e percorsi dedicati alla profumeria botanica, celebra la figura del profumiere-mago e la natura quale riferimento imprescindibile per ogni cultore di fragranze.

Smell Festival 2016: perfume is Magiae Naturalis

The Milanese fair of perfumes has just ended and also this year I was lucky enough to meet in person many of you, eager about spur of the moment comments. For the most tireless perfume lovers, while waiting for my inpressions, let me share with you as an exclusive preview for La Gardenia nell'Occhiello the program of Smell – Festival dell'Olfatto, the event dedicated to the sense of smell and the art of perfume that will be held May 18-22 2016 in Bologna.

15 marzo 2016

Une Fleur de Cassie (Dominique Ropion 2000)

"Ecco l'astro che illumina il vespero: Iside sorga e con la sua benedizione giunga la piena e la vita sulle terre". Migliaia di anni fa, nell'antico Egitto queste parole aprivano il solstizio d'estate, l'inizio dell'anno. Sirio risplendeva all'aurora nel cielo egiziano segnando l'inizio del giorno più lungo e la rinascita di Iside, dea della fertilità che porta con se l'albero della vita. Pare che per gli antichi egizi l'albero della vita corrispondesse alla cassia (acacia farnesiana o gaggia), forse per quei fiori tondi, gialli e dal profumo raggiante come il sole protagonista di Une Fleur de Cassie di Editions de Parfums Frédéric Malle.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...