16 gennaio 2019

Vero Kern (1940 - 2018) Un omaggio personale


Queste pagine sono dove ho scritto la prima volta di Vero Kern, dove lei ha letto del mio amore per le sue creazioni. Ad un mese dalla sua scomparsa, condivido anche qui un personale omaggio apparso su CaFleureBon.
Circa dodici anni fa quando ho iniziato a scrivere di profumi, era partita la prima ondata di grandi riformulazioni secondo le direttive IFRA. Sommiamo poi lo scenario in cui le case di profumo storiche erano assorbite dalle grandi multinazionali come LVMH per farne delle macchine da soldi, (e per favore tenete presente che un salto generazionale stava imponendo un approccio più igienista dove lo spruzzo aveva abolito il toccare il profumo). Non è difficile immaginare quindi che quel poco che rimaneva dell'età d'oro della profumeria stava gettando nello sconforto tutti gli appassionati di profumeria.

Ho sempre associato Vero Kern all'idea di un faro guida e penso che lei avesse una luce particolare; ho letto diverse persone che l'hanno amata farne menzione nei loro ricordi sui social network in questi giorni. Ricordo ancora la prima volta che l'ho incontrata a Milano, era il 2010: inconfondibilmente glam-rock con le sue scarpe leopardate, debuttava con la sua linea di eau de parfum sotto l'egida della neonata distribuzione Campomarzio 70. Ero alle prime fiere ed incontrarla, parlare con lei dei suoi estratti e del modo in cui aveva trasformato quelle dense pozioni magiche nelle edp grazie ad un accordo di passion fruit che aggiungesse brillantezza fu una rivelazione per me.

Vero Kern (1940 – 2018) A personal tribute


Here's where I first wrote about Vero Kern, and where she first read my love for her creations. So ane month after Vero left us, it's time to share my personal tribute appeared on CaFleureBon.
About twelve years ago when I started writing about perfume, the first massive wave of IFRA compliancy reformulations was happening. Add to this the scenario where legacy houses were  acquired by big corporations like LVMH to make cash cows out of them, (and please keep in mind a generational gap was thrown in the midst with a more spray-don’t touch hygienic approach). So it’s not difficult to imagine what was left behind  of the golden age of perfumery was  casting a pall on perfume lovers.

I always associated Vero Kern with the idea of a guiding light, and I think she had this particular halo; I also see people who loved her mentioning this in their tributes on the social networks today. I still remember the first time I met her in Milan in 2010: looking unmistakably glam-rock in her leopard print shoes, she was debuting her eau de parfum line under the newborn Campomarzio 70 distribution. It was my first show and meeting her, talking to her about her extraits line and the way she reworked the thick bewitching potions through a passion fruit accord in her EDPS to add sparkle was an epiphany to me.

14 agosto 2018

Gattopardo di Antonio Alessandria (2017)

"Siamo vecchi, Chevalley, vecchissimi. Sono venticinque secoli almeno che portiamo sulle spalle il peso di magnifiche civiltà eterogenee" Il Gattopardo, Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Fra I legni il patchouli è certo il più esuberante, e questo carattere ruggente si odia o si ama proprio come accade con i grandi uomini. Fra le nuove proposte sentite a Firenze durante Pitti Fragranze (finalmente disponibile), quella che ha fatto irrimediabilmente perdere la testa agli amanti del patchouli come me è Gattopardo, l’ultima creazione di Antonio Alessandria che ci porta nuovamente nella sua amata Sicilia, stavolta a passo di danza.

Il ritmo è quello del celebre valzer brillante di Verdi che Nino Rota volle per la pellicola di Luchino Visconti. L’incedere ed il ruggito sono quelli del leonino Principe di Salina che regge al suo braccio la bella Angelica, luminosa come le zagare fra i suoi capelli. Vedendo volteggiare Claudia Cardinale e Burt Lancaster chi non si è innamorato perdutamente di Palermo? Chi non ha sognato per un attimo di tornare al 1860 fra gli ospiti al gran ballo nei fastosi saloni di Palazzo Valguarnera-Gangi, vestigia di un glorioso passato?

Antonio Alessandria Gattopardo (2017)

"We are old, Chevalley, very old. For more than twenty-five centuries we've been bearing the weight of a superb and heterogeneous civilization" The Leopard, Giuseppe Tomasi di Lampedusa


Among woods, definitely patchouli is the most exuberant, and this roaring temper is love or hate just like it happens with great men. Among the new proposals seen in Florence at Pitti Fragranze (finally available), the one that drove patchouli fans fall like me hopelessly mad about it is Gattopardo, Antonio Alessandria‘s latest creation that brings us one more time dancing our way to his beloved Sicily.

The rhythm is given by the famous Verdi’s brilliant waltz Nino Rota wanted for Luchino Visconti’s movie. The poise and the lion’s roar are the ones of the Prince of Salina giving his arm to the beautiful Angelica, luminous like the orange blossoms running through her hair. Looking at Claudia Cardinale and Burt Lancaster twirling around, who’s not fallen helplessly in love with Palermo? Who’s not dreamt for a while to turn back time to 1860 as a guest of the great ball in the opulent halls of Valguarnera-Gangi Palace, vestige of a glorious past?

23 maggio 2018

Premio Accademia del Profumo 2018

Per il secondo anno consecutivo, ho avuto il piacere di essere invitato a partecipare al prestigioso Premio Accademia del Profumo che si è tenuto il 15 maggio 2018. Ogni anno l'organizzazione ha cura di scegliere dove si terrà la cerimonia per porre l'accento sul profumo come arte, creatività e saper fare e quest'anno il Gala del Premio Accademia del Profumo 2018 è entrato per una notte nel monumentale tempio dell'arte contemporanea più d'avanguardia: il Pirelli Hangar Bicocca.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...