07 ottobre 2011

Sniffing London: una sniffathona sotto il Big Ben

Nei giorni scorsi ho latitato non pubblicando nulla di nuovo e forse qualcuno si sarà chiesto come mai. Qualcun altro invece era già al corrente che fossi in viaggio per qualche giorno a Londra oltre che per rivedere degli amici, per visitare gallerie d'arte e per una sniffathona in centro naturalmente.
Erano anni che avevo curiosità riguardo a marchi della profumeria britannica da noi ancora introvabili come Ormonde Jayne e Roja Dove Haute Parfumerie e nell'organizzare il mio tour profumato mi son detto perchè limitarmi a scoprire le fragranze? Così ho pensato ad un'intervista per conoscere meglio anche i loro creatori. Fortunatamente Linda Pilkington e Roja Dove oltre che raffinati profumieri sono anche due persone squisite ed hanno accettato subito il mio invito mostrando grande disponibilità nel presentarmi le loro fragranze e rispondendo ad un sacco di curiosità che vi svelerò prestissimo.

Durante la sniffathona oltre a capitolare per le fragranze di Ormonde Jayne e Roja Dove Haute Parfumerie e per le loro candele profumate, ho potuto anche sentire le nuove fragranze di Miller Harris che a Pitti Fragranze mi erano sfuggite. La Pluie è un aroma languido, molle come fiori esotici reclinati dalla pioggia che spandono la loro dolcezza quasi fruttata verso la terra umida. La Fumée invece esplora la morbidezza del sandalo affumicato avvolto da un'ambra luminosa e da spezie verdi e leggere come coriandolo, e cardamomo. Sempre firmata dalla mano elegante e destrutturata di Lyn Harris, ho potuto conoscere la Nouvelle Edition, una linea venduta esclusivamente nelle boutique Miller Harris. Le fragranze sviluppano un tema centrale (Jasmin Vert, Terre d'Iris, Vetiver Bourbon, Fleurs de Sel, Le Petit Grain) puntando sull'eccellenza della materia prima protagonista ornata da tocchi che ne esaltano particolari sfaccettature che la immergono in una atmosfera radiosa e naturale.

Ultima tappa del tour il piano terra di Harrods dove ho potuto sentire Santal Blush e Jasmin Rouge di Tom Ford Private Blend che da noi non arriveranno prima di Natale. Santal Blush unisce due trend sposandoli alla perfezione: il ritorno in auge del Sandalo e il nuovo gusto per basi a cavallo tra latte corpo e crema di latte. Baiser Volé di Cartier e pure il nuovo Hermessence Santal Massoïa appartengono a questa corrente neogourmand-cosmetica che strizza l'occhio a certi trattamenti da Spa (bagni al latte, al cioccolato etc.)  e c'è da sospettare che sia in arrivo un'ondata di fragranze del genere. Santal Blush fonde il Sandalo di Mysore con una base lattea resa ancora più golosa dal cocco fresco, polposo e umido fino al punto da suggerire la leggerezza di un petalo. Decisamente meno interessante Jasmin Rouge dalle tonalità fin troppo plastiche e tropicali che si stagliano ancora più laccate sopra ad un accordo legnoso-aromatico di salvia non sufficiente a bilanciarlo.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Bentornato Mags! descrizioni molto precise e assai invitanti! I Miller Harris: per qualche motivo che mi sfugge, i suoi profumi non mi hanno mai appassionato nonostante io apprezzi - e molto - il packaging e la raffinata intenzione delle sue composizioni. Ma i due nuovi andrò a provarli di corsa. Altra storia per Tom Ford: sia la linea diciamo "commerciale" che quella "private blend" mi piacciono molto. Li trovo coraggiosi, originali in alcune composizioni e comunque mai noiosi. Attendo con fiducia il Santal Blush (sperando che il cocco non sia preponderante) mentre lascio volentieri al suo destino il gelsomino plasticoso..no grazie! ps: il nuovo Cartier mi è piaciuto ma..è vero! quella nota di crema corpo, pur di ottima fattura, è preponderante. C'è di peggio, eh! però questo mood da lussuosa vasca da bagno potrebbe stufarmi presto. See you soon, my english friend.

Gretel

saraprfms ha detto...

Io ero tra quelli che si chiedevano dove fossi finito ma immaginavo giustamente qualche impegno.
Un grande abbraccio, Gretel felicissima di leggerti qui qualche volta.

Elena ha detto...

Bellissima intervista. Non vedo l'ora di leggere il resto!

Anonimo ha detto...

Mags ...mi ero perso questo post sulla sniffatona londinese...sono molto curioso di sapere tue impressioni sulla "nouvelle edition"....ma anche su ormonde jayne.....io adoro Sampaquita e mi chiedevo cosa ne pensassi tu !!!!

Intanto bacionissimi alle dolcissime amiche "su"... :-)))

Artisan

Magnifiscent ha detto...

Grazie amici per il caloroso comitato d'accoglienza virtuale alla frontiera italiana :)
Londra è stata un'esperienza molto intensa, datemi tempo e vi racconterò tutto per filo e per segno.
Un abbraccio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...